Come risalire al numero serie del Motore Flavia

Mercatino
Gallery

Moderatore: grifo63

gpg952
Messaggi: 887
Iscritto il: 21 apr 2014, 21:46

Re: Come risalire al numero serie del Motore Flavia

Messaggio da gpg952 » 17 mag 2019, 18:33

gcarenini ha scritto:
17 mag 2019, 01:31

1) ... quando i registri sono "spariti" quelle auto non le voleva più nessuno, HF comprese, pertanto non credo che siano stati fatti sparire per motivi occulti, credo più all'incuria ed al disinteresse...

2) La certificazione odierna della FCA di una vettura con il numero di motore attualmente installato non mi stupisce e non mi scandalizza, il motore è sempre stato considerato un pezzo di ricambio come un altro, se sfogli i cataloghi vedrai che erano disponibili come ricambio tutte le versioni di motore per tutti i tipi di auto pertanto, se il motore è del tipo previsto perchè un'auto non dovrebbe essere certificabile come autentica? Come già detto, quante auto da competizione sono ancora oggi dotate del loro motore di primo impianto? Per questo motivo non dovrebbero essere certificabili come autentiche?
A mio parere è' senz'altro più autentica una Fulvia rallye S con un motore 818.303 non di primo impianto ma del tipo giusto (non del II serie) che non una con il suo motore di origine ma arricchito da accensioni elettroniche moderne, pistoni stampati con compressione maggiorata, parti in titanio ed altre amenità varie. Poi comunque qui si entra nell'ambito della filosofia...
1) Sicuramente è così, per incuria, incendi, traslochi ecc. ma santo cielo perché non dire che sti benedetti pezzi di carta - scritti forse anche a mano - non ci sono più. Io questo lamento, perchè in questi anni ne ho sentite di storie.

2) Sulle certificazioni certo è giusto quello che dici - altro che filosofia - almeno il motore deve essere quello del modello senza "correzioni". Ma "mi consenta" ... sembra che sia ancora di moda ... io preferisco una vettura con tutti i numeretti che mi fanno pensare che sia ancora tutto suo ... dal motore, al telaietto, al parafango, all'assale posteriore, al cambio, alla data sulla testata. E qui mi domando come possa fare FCA ... certifica che monta un cambio corretto per il modello ... e così via ma non che quella vettura è stata prodotta con quei precisi componenti. E la paghi moooolto di più di qualche altra blasonata casa automobilistica, che invece tutti sti numeretti li vuole dal proprietario per poter controllare che corrispondano ... diversamente "ti attacchi" e non te la certifica se sono diversi dai numeri dei suoi registri di produzione ... che non ti comunica, ovviamente.

So di essere un picchiatello ma sono peggiorato quando ho preso maggiormente coscienza di quello che si trova in giro ( e parlo sempre e soltanto del modello di Fulvia che conosco ... delle altre sono soltanto sommariamente informato ).

ciao Giovanni

gcarenini
Messaggi: 1264
Iscritto il: 18 gen 2011, 12:21

Re: Come risalire al numero serie del Motore Flavia

Messaggio da gcarenini » 17 mag 2019, 21:04

Ciao Giampietro,

purtroppo le certificazioni sono diventate un mezzo per fare cassa e quelle fatte con dati forniti dal proprietario sono il frutto di anni di disinteresse per il patrimonio storico, cosa non accaduta per i marchi inglesi o tedeschi che hanno sempre dato importanza al loro passato.
Per quanto riguarda l'esistenza dei registri una delle risposte che mi hanno dato è la seguente: "...in riferimento a quanto richiesto le segnalo che purtroppo non tutti  i registri di produzione della Flaminia sono in nostro possesso..." questa frase significa chiaramente "noi non li abbiamo" ma non significa "non esistono più"... Sicuramente è buona la seconda ma certo lascia la porta aperta a dubbi...
Riguardo ai numeretti, anch'io do importanza al fatto che siano quelli giusti ma non sono un feticista quindi valuto una vettura in generale e se la reputo buona non mi fermo davanti ad un motore non di primo impianto, mi basta che sia giusto per quel modello.
Credo di sapere a quali case blasonate ti riferisci, queste case hanno dalla notte dei tempi a catalogo anche motori di rotazione ma evidentemente i numeretti li hanno sempre registrati per cui se gli interventi sono stati effettuati dalla rete ufficiale possono risalire alla storia dei vari componenti, tutto ciò si chiama tracciabilità delle parti ed è un vanto di chi persegue la qualità nellla produzione e nei servizi post vendita, dopotutto un motore si può rompere anche per difetti di produzione o di progetto, neppure Mercedes Porsche e BMW non sono immuni da questi problemi e non bisogna neppure andare tanto indietro con il calendario...
Il discorso delle certificazioni però, a mio giudizio, è mera questione filosofica e di business in quanto, ti porto ad esempio la BMW 507 "restaurata" radilcamente dalla casa, dopo un simile restauro consistente nella sostituzione di quasi tutti i componenti dell'auto, anche se effettuato dalla casa, si può ancora parlare di autenticità? vatti a vedere il video su internet, un lavorone ma è come ridipingre la Gioconda clonando Leonardo da Vinci...
E ancora, per restare in ambito Lancia, saprai bene che i basamenti di ricambio venduti a suo tempo dalla rete Lancia erano privi di punzonature in quanto considerati parti, mentre i motori completi erano punzonati con un loro numero di serie in quanto assiemi sottoposti a collaudo, orbene, se ipotizziamo che a suo tempo se un motore fosse stato sostituito con un altro motore completo l'auto non è più considerabile come originale mentre se il motore è stato sostituito utilizzando un basamento nuovo, farcito di parti usate e ripunzonato con i numeri di quello di primo impianto l'auto è più originale della precedente?
E ancora in Lancia, ho visto con i miei occhi alcune Lancia 2000 e Gamma con il motore che riporta semplicemente il codice del tipo ma senza alcun seriale. Ho le foto. In questo caso l'auto è da considerarsi "figlia di NN"?
In ogni caso è sempre un piacere discutere con te di queste cose.
Un caro saluto.

Giovanni

P.S. quand'è che riusciremo ad incontarci da qualche parte?

gpg952
Messaggi: 887
Iscritto il: 21 apr 2014, 21:46

Re: Come risalire al numero serie del Motore Flavia

Messaggio da gpg952 » 18 mag 2019, 08:23

Sono dalle tue parti sabato 29 e domenica 30 giugno e ti chiamerò per vedere se tra una magnata ed una bevuta - gastriste permettendo - riuscirò a riportarmi ancora a casa ( viene anche il "generale" per cui ho buone probabilità di riuscita ).

Quanto scrivi è condivisibile, anche da un "feticista" picchiatello. Un pò stufo di vedere delle poverelle stile macedonia ... vendute peraltro come fosse l'ultima macedonia rimasta sulla terra.

Il concetto di autenticità - forse l'ho già detto anche qui tempo fa - mi è stato fatto conoscere da un artista ( uno scultore ) che dal fratello gemello, scomparso improvvisamente, ha ereditato 7/8 auto storiche tra cui una 740 - delle prime - acquistata e servita per un preciso scopo ... rifarla in scala 1:43 . In realtà, da questa, hanno fatto una serie di pregevoli modellini di Fulvia Coupé, ormai introvabili perché anche questa azienda ha fatto la fine della Lancia.
Mi ha tirato in ballo - cosa assai strana per il tipo che non è un orso è di più - per rimettere in strada la 740 ... ferma da più di trent'anni.
Già a prima vista non era un "fiorellino" ma nemmeno un catorcio ... è semplicemente un'auto lasciata nelle condizioni esatte di come è stata acquistata agli inizi degli anni 80, dopo un discreto restauro di carrozzeria.
Rimessa in funzione da uno dei migliori meccanici Lancia della nostra zona - che ha fatto il minimo necessario - con sorpresa si è dovuto riconoscere che, pur non essendo originale - anche il motore è una piccola macedonia - la vettura va proprio bene.
Ed il tipo che quando parte da orso diventa peggio di me ... mi ha convinto, parlando per una mattina, che lasciarla così significa rispettare la sua storia, il suo vissuto, ed è meglio che smontarla e rifar zincare i bulloni ed i dadi Lancia e rimetterla come era in origine.
E rimarrà autentica così ... anche perché non la vende e durerà ancora altri 30 anni almeno, nel grande garage dell'orso e scommetto senza fare molta strada.

ciao

gcarenini
Messaggi: 1264
Iscritto il: 18 gen 2011, 12:21

Re: Come risalire al numero serie del Motore Flavia

Messaggio da gcarenini » 18 mag 2019, 09:34

Ciao Giampietro,
Ecco il punto... la filosofia, il tuo amico artista e una persona colta, intelligente, animata dalla passione, quindi ragiona ed agisce di conseguenza. Chi certifica la macedonia con cromo scintillante e la vende come se fosse l'ultimo esemplare di una specie estinta è un bottegaio, anche lui ragiona, ma sulla base di altro principio, quello del profitto.
Per me è buona la prima, nel mio piccolo, sulle mie auto, cerco di intervenire il meno possibile, in modo conservativo, per un'auto nuova ci sono i concessionari.
Però attenzione, a mio parere un motore giusto ma non di primo impianto non è macedonia, è una riparazione. Certo che in un mondo ideale sarebbe bello sapere con quale motore è nata l'auto, ma ribadisco, a mio parere ciò non altera l'originalità. Non nasconduamoci che, conoscendo il numero, con le moderne tecnologie la "ripunzonarura" è fattibile e, viste le cifre in ballo su certe auto c'è chi queste cose le fa, anche in ambito Lancia.
Ma questa è originalità solo in apparenza...
Un caro saluto
Giovanni

Rispondi

Torna a “Flavia e "2000"”