1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Meccanica-Imp.El.
Carrozzeria-Interni
Mercatino
Gallery

Moderatore: Francesca

Claudiocostetti
Messaggi: 13
Iscritto il: 04 set 2019, 23:06

1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Messaggio da Claudiocostetti » 22 set 2019, 09:02

Buongiorno mi chiamo Claudio sono nuovo nel forum e scrivo per avere un parere da voi su quello che mi sto apprestando a fare. Ventanni fa ,circa, ho acquistato la vettura in oggetto da un collezionista della mia zona (Modena) ,premetto che dopo aver letto alcuni interventi del forum sui controlli da eseguire al momento dell acquisto mi è venuta la pelle d’oca, insomma in pratica io di solito mi faccio guidare dall istinto dagli occhi e dal cuore. E così andò anche quella volta. Un auto splendida targa asi oro colore della carrozzeria longchamp e interni bordeaux in vinile ,cromature stupende ed eleganza meccanica e stilistica...... quindi comprata senza stare a fare i raggi. Rimasi solo un po’ interdetto quando al venditore feci notare che le portiere e i cofani non erano in paralluman ma lui prontamente mi disse che essendo una delle ultime prodotte della prima serie avevano la tendenza ad usare quello che avevano in giacenza e alla mia auto toccò il set in acciaio........ :shock:
Sinceramente non ho mai indagato fino in fondo è volli credere alla storia , per di più non ero così interessato alla cosa in quanto già innamorato della signora Fulvia.insomma se ci piace una donna mica vogliamo sapere se gli puzzano le ascelle......
ho usato la lancia per diversi anni con soddisfazione nonostante avesse qualche problema con la chiusura della portiera guida e qualche infiltrazione proprio da quest’ultima motivo che ha creato in seguito il fattaccio. Durante una retro la portiera si è aperta rimanendo danneggiata contro una fioriera ,in pratica aprendosi a 180 gradi. La macchina è stata ricoverata in un garage fino ad oggi ma ora vorrei sistemarla soprattutto di carrozzeria in primis i fondi già riparati in passato (una pezza orribile ) e poi la famosa portiera. Finalmente arrivo al dunque . Mi sono rivolto ad un carrozziere della mia zona a buon mercato il quale ha notato diversi problemini qua e là che mi portano a pensare che finirà che dovrò verniciare l’intera auto e non solo le parti interessate , cosa diversa sui fondi che vorrebbe eliminare le parti ammalorate lasciando porzioni di fondo originale da sostituire con pezzi nuovi. Chiedo quindi a voi consigli sulle operazioni da eseguire , come meglio procedere, dove trovare fondi anteriori di buona qualità se la storia del paralluman è verosimile se quindi tutto ciò ne vale la pena.....

RALLYE68
Messaggi: 131
Iscritto il: 22 dic 2008, 12:59

Re: 1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Messaggio da RALLYE68 » 26 set 2019, 10:11

Claudio,
la storia del Peralluman è nota ed acclarata.
Io stesso ho avuto la Rallye S del '70 con parti mobili in acciaio.
Sui pianali dipende dalla spesa che vuoi sostenere.
Ovvio che il costo della sostituzione integrale è maggiore ed anche definitiva come risultato.
Ma se la situazione non è terribile si può benissimo sostituire solo delle parti saldando i pezzi necessari.
Verifica anche attacchi telaio già che ci sei.
La verniciatura completa, se fatta a regola d'arte ti costerà intorno ai 5000 euro.

Paolo

PIER54
Messaggi: 630
Iscritto il: 05 giu 2018, 17:51

Re: 1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Messaggio da PIER54 » 26 set 2019, 14:42

Concordo sul peralluman,
La mia (7/70)ha cofano e baule in per al, e portiere in lamiera. Lo sa il Signore e pochi altri cosa hanno fatto. Io mi ero fidato di Alma Vanzetti che scriveva che nel 2 sem 70 hanno fatto di tutto, anche se Gpg952 (un decano del forum Fulvia) non mi sembrava molto d accordo.
Un consiglio, se hai disponibilità, e l auto la vuoi tenere, fai un lavoro radicale e definitivo. Non fare come me che poi devi fare i lavori due volte.
Se c è un problema, il fare rattoppi, serve solo a posticiparlo.
Chiaro che mettere mano al portafoglio da sempre fastidio.
Ciao

gpg952
Messaggi: 907
Iscritto il: 21 apr 2014, 21:46

Re: 1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Messaggio da gpg952 » 26 set 2019, 15:57

Come indicazione di massima, per non entrare nei dettagli , si può dire che dal telaio 9000 e dall'ottobre 1969 ( la Fiat era già dal 1 agosto arrivata ) le vetture uscivano con le parti in acciaio e qualche fortunata ancora con i residui di alluminio.

Poi ognuno te la conta come gli va meglio: tipo "la mia del 70 ha tutte le 4 parti mobili in alluminio" ... digli di sì ... le ha ma le hanno montate successivamente alla consegna.

Sul come lavorare sui fondi e su altre parti esterne della carrozzeria ci sono due scuole di pensiero: la prima di intervenire radicalmente sostituendo tutto il fondo oppure tutto il parafango, la seconda che vuole intervenire solo a sistemare con la pezza. Ovvio che nella seconda devi avere a che fare con un "manico" non con un maniscalco. Sul costo non saprei dirti quanto sia più conveniente la seconda che in verità preserva le vecchie "giunture" e quanto di più originale si può preservare.

Io dico sempre che restaurare una Fulvia del 1969 rispetto ad una A.R. GT coeva ... ti viene di più il mal di testa: provare per credere.

Buon lavoro.

acca effe
Messaggi: 3195
Iscritto il: 09 feb 2011, 06:55

Re: 1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Messaggio da acca effe » 26 set 2019, 23:12

Intervengo sull'argomento, per l'ennesima volta.
Purtroppo (per me),ho un'età, che mi ha consentito di vivere in prima persona, queste mutazioni di materiali nella costruzione di porte e cofani delle rallye S,e non solo di questi particolari, se pensiamo anche alle estremità degli assali posteriori, tornati in ghisa, al posto dell'alluminio e di componentistiche assemblate con molta poca cura.
Parlo per esperienza vissuta da "dietro le quinte", ovvero dalla parte opposta,nel banco di vendita della Concessionaria,rispetto a quella della Clientela, avvezza ad altre concezioni di "qualità Lancia".
Mi ripeto fino alla nausea, ma talvolta, come dicevano persone più "datate"di me: Repetita iuvant.
Il nuovo padrone della Lancia, ovvero Fiat, aveva imposto una politica tesa al massimo risparmio,come suo costume,alle spese di produzione.Quindi, niente porte e cofani in peraluman,ma in ferraccio,molto più economico,anche se più pesante e soggetto a ruggine.(Tanto, chi se ne frega?).
Non solo, tante maestranze, abituate a "coccolare" le vetture che producevano, veri "artigiani della qualità",come sono i costruttori di salotti di una nota pubblicità di oggi,venivano costretti a lavorare frettolosamente,in altre ottiche, sicuramente più redditizie per il "padrone", a cui non erano abituate.
I vecchi operai,avvezzi a costruire Automobili di Precisione,come recitava lo slogan Lancia, si erano trovati spiazzati, per non dire talvolta "incazzati" e questo si era purtroppo riflesso sulla produzione.
Ecco quindi i "fritti misti": Vetture con porte in ferro e cofani in peraluman o viceversa. Si montava quello che capitava a tiro, senza andare troppo per il sottile.
In Concessionaria, nella mia città,gli operai chiamavano le auto di quel periodo: Macchine dello Sciopero.
Avevo rifilato a mio padre, vecchio lancista,una berlina 2 serie 4 marce, proprio di quel periodo. Non si possono contare le volte in cui questa Fulvia era tornata a traino (all'epoca si poteva), in Concessionaria.
Gli interventi erano naturalmente in garanzia,ma mio padre non era tanto entusiasta e l'ambiente familiare ne risentiva alquanto. Ero riuscito, a fatica, ad ammansirlo, prospettandogli l'acquisto di una 5 marce, che sapevo essere di prossima produzione.
Chiedo scusa per le divagazioni,anche di carattere personale, ma ripeto, le cose le ho vissute dal vivo. (quanto vorrei avere un'età che non me lo potesse consentire!)
Luciano.

SilvanoMaiolatesi
Messaggi: 1118
Iscritto il: 12 set 2016, 00:01

Re: 1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Messaggio da SilvanoMaiolatesi » 27 set 2019, 14:16

Grazie Luciano per lo spaccato d'epoca che ci hai fatto rivivere...
Ciao

Claudiocostetti
Messaggi: 13
Iscritto il: 04 set 2019, 23:06

Re: 1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Messaggio da Claudiocostetti » 27 set 2019, 19:17

Intanto molte grazie a tutti gli intervenuti.vorrei allegare le foto della vettura ma sono troppo pesanti e debbo ridurle, appena ci riesco le posto.

SilvanoMaiolatesi
Messaggi: 1118
Iscritto il: 12 set 2016, 00:01

Re: 1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Messaggio da SilvanoMaiolatesi » 28 set 2019, 01:53

In effetti postare le foto su questo forum non è facile ed invito i tecnici a risolvere il problema delle foto "troppo pesanti".

Claudiocostetti
Messaggi: 13
Iscritto il: 04 set 2019, 23:06

Re: 1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Messaggio da Claudiocostetti » 28 set 2019, 21:00

Ecco infatti non riesco ancora a farlo, pensavo di essere come al solito un diversamente abile digitale ma mi rincuora sapermi in buona compagnia. Infatti io mi ritengo uomo analogico :D :D

Claudiocostetti
Messaggi: 13
Iscritto il: 04 set 2019, 23:06

Re: 1.3s rallye del 1970 prima serie torna alla luce

Messaggio da Claudiocostetti » 28 set 2019, 22:01

https://pin.it/vilonykkjnmnju ecco la mia vettura

Rispondi

Torna a “Fulvia”