Targa R.A.C.I.

Gallery
Rispondi
giuseppe58
Messaggi: 44
Iscritto il: 30 set 2012, 19:55

Targa R.A.C.I.

Messaggio da giuseppe58 » 23 mar 2014, 18:18

Miei cari amici del forum, mi è capitata tra le mani questa magnifica targa e desidero chiedere lumi sulla sua origine e su quali auto poteva essere installata. Le misure sono di una larghezza di 31 cm, per un'altezza di 20 cm. un cordiale saluto a tutti voi, Giuseppe.
Allegati
targa raci.pdf
(96.84 KiB) Scaricato 4 volte
Giuseppe Mannina

PG
Site Admin
Messaggi: 3143
Iscritto il: 02 gen 2009, 18:28

Re: Targa R.A.C.I.

Messaggio da PG » 23 mar 2014, 19:39

Si tratta di una targa venduta dal RACI. I 2 fori lasciano intuire che vada avvitata sul porta targa. Tuttavia non appartiene nè ad una Astura, nè ad una Fiat 2800 (vedi foto) che disponevano di un porta targa quadrato. Potrebbe adattarsi su una trasformabile tipo Aprilia o Fiat 6C1500.
Allegati
dsc00023.jpg
dsc00023.jpg (63.14 KiB) Visto 209 volte

giuseppe58
Messaggi: 44
Iscritto il: 30 set 2012, 19:55

Re: Targa R.A.C.I.

Messaggio da giuseppe58 » 26 mar 2014, 22:25

Desidero ringraziarla per la sua risposta pronta ed esaustiva, la sua conoscenza è vasta ed approfondita su qualsiasi argomento trattato su questo forum, lei è un dotto. Mi è capitato di trovare su e-bay le foto che allego, di un'altra targa RACI che desidero porre alla sua attenzione. Il che significa che nei vari periodi della storia del RACI sono state prodotte targhe di vari tipi e modelli.
I miei più cordiali saluti Giuseppe.
Allegati
targa r a c ic.jpg
targa r a c ic.jpg (4.14 KiB) Visto 209 volte
targa r a c ia.jpg
targa r a c ia.jpg (7.79 KiB) Visto 209 volte
targa r a c ib.jpg
targa r a c ib.jpg (5.67 KiB) Visto 209 volte
Giuseppe Mannina

PG
Site Admin
Messaggi: 3143
Iscritto il: 02 gen 2009, 18:28

Re: Targa R.A.C.I.

Messaggio da PG » 27 mar 2014, 14:24

Giuseppe non esageriamo, nelle mie ricerche vengo a contatto con informazioni storiche di ogni tipo che conservo perchè possono essere utili in futuro, come in questo caso.
La foto che alleghi mostra una targa precedente, intorno al 1930, che potrebbe essere della stessa misura dell'altra. Fino al 1937 ai proprietari di auto nuove veniva assegnata solo la targa posteriore, mentre quella anteriore si comprava dal tabaccaio. O meglio: dal tabaccaio si pagava la tassa e si ritirava un bollino metallico, poi si andava dall'artigiano che stampava la targa della misura corretta ed applicava il bollino. L'artigiano costruiva la targa in vari materiali autarchici, con prezzi differenti ovviamente. La tassa sul bollino servì a finanziare vari enti: il CONI per la spedizione olimpica del 1936, l'Opera nazionale Balilla, etc.
Questa targa è in realtà una placca che era obbligatoria sulle cilindrate oltre i 1500cc e che quindi garantiva al RACI un regolare finanziamento. Sparì con la dichiarazione di guerra del 1940. Se vogliamo possiamo considerarla un sorta di superbollo arcaico...

Rispondi

Torna a “Modelli dal 1906 all'Ardea”