Aprilia II serie cabriolet 1949.

Rispondi
PG
Site Admin
Messaggi: 3143
Iscritto il: 02 gen 2009, 18:28

Aprilia II serie cabriolet 1949.

Messaggio da PG »

CABRIOLET 4 POSTI, CARROZZERIA PININFARINA 1949.


Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Il 1949 fu l'ultimo anno di produzione dell'Aprilia, ne furono costruite solo 80*. Questa vettura fa parte di una piccola serie, circa 20 esemplari, prodotta dalla Pininfarina sull' autotelaio tipo 439. Rispetto alle serie precedenti presenta il parabrezza più inclinato ed il deflettore, oltre alla nuova fiancata con linee più moderne. Pur essendo un modello fuoriserie, gli esemplari differiscono fra di loro solo per dei piccoli dettagli. Il cruscotto è stato completamente ridisegnato: il contachilometri Veglia, di forma circolare, è separato dal quadro generale ed indica la velocità in decine. Lo stesso modello era montato anche sulle Fiat 6C 1500 cabriolet.
Alcuni esemplari presentano l'orologio (optional) incastonato nello sportello del cassetto portaoggetti.

The Aprilia's production ended in 1949, only 80* cars were built. This car is part of a small series, about 20 vehicles, produced by Pininfarina on the type 439 chassis. Compared with the previous series, this one presents the windshield more inclined and the flap, in addition to the new side with modern lines. While is a specially-built model, the specimens differ from each other only in small details. The dashboard has been completely redesigned: the Veglia tachometer, circular, is separated from the rectangular framework and indicates the speed in tens. The same model was also mounted on the Fiat 6C 1500 cabriolet.
Some specimens have the clock (optional) set in the glove compartment door.

* fonte dati: Registro storico Lancia / Data source: Historical Lancia register

CARATTERISTICHE TECNICHE
Motore tipo 99: anteriore longitudinale a 4 cilindri a V (17°3'40) di 1486,5cc, monoalbero centrale con valvole in testa inclinate, azionate da bilanceri e puntalini, testata con flussi incrociati e coperchio in alluminio, potenza di 48HP a 4000 giri. Carburatore invertito monocorpo Zenith 32 VIML3 con pompa AC meccanica a membrana, lubrificazione forzata con pompa ad ingranaggi e filtro a lamelle autopulente, accensione a spinterogeno Marelli, dinamo Marelli, candele Marelli CW 125B, impianto elettrico a 12 Volt.
Il motore era fissato su una balestrina ausiliaria per ogni lato onde smorzare le vibrazioni.
Trasmissione posteriore, frizione monodisco a secco maggiorata, cambio a 4 rapporti+ rm.
Sospensioni anteriori a ruote indipendenti con foderi telescopici a cannocchiale (brevetto Lancia), molle ad elica, ammortizzatori idraulici e lubrificazione a comando manuale. Sospensioni posteriori a ruote indipendenti con molla a balestra trasversale poggiante su due bracci mobili, due barre di torsione, ammortizzatori idraulici posteriori ad alta pressione tipo Houdaille con regolazione manuale.
Freni idraulici di tipo Sabif, con serbatoio in pressione, agenti sulle quattro ruote con ganasce ad espansione. Freno a mano meccanico sulle ruote posteriori.
Ruote a razze in acciaio stampato Fergat e pneumatici da 165X400.
Autotelaio portante in acciaio stampato con longheroni rinforzati, passo di 285 cm e peso di 670 Kg circa.
Velocità max di 125 Km/h circa.
Rispondi

Torna a “Aprilia”