Aprilia II serie trasformabile 1941.

Rispondi
PG
Site Admin
Messaggi: 3143
Iscritto il: 02 gen 2009, 18:28

Aprilia II serie trasformabile 1941.

Messaggio da PG »

TRASFORMABILE 4 POSTI, CARROZZERIA GRABER 1941.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


La produzione della seconda serie inizia nell'agosto del 1939. Gli autotelai destinati ai carrozzieri sono del tipo 439 e montano il nuovo motore tipo 99, ma quasi tutta la vettura subisce notevoli miglioramenti tecnici, persino i fari ed il clacson. Una delle peculiarità della seconda serie è il quadro strumenti rettangolare, già introdotto sulla berlina l'anno prima, dotato di un curioso indicatore del livello del carburante. Il livello è misurato da un apparecchio elettrico I.S.O.S., basta inserire a fondo la chiavetta nel quadro e tenere premuto il bottone per vedere illuminarsi i settori che indicano il quantitativo di carburante presente.
Questa vettura è un modello unico costruito dalla carrozziera svizzera Graber, che aveva sede a Wichtrach vicino a Berna. Molto probabilmente è una delle poche Aprilia costruite per uso civile durante il periodo bellico, poichè in Italia la produzione era concentrata esclusivamente sugli automezzi militari (Aprilia coloniale tipo 639) ed era vietato immatricolare vetture per uso privato.

The production of the second series begins in August 1939. The type 439 chassis are reserved for the coachbuilders and mount the new engine type 99, but almost all the car received major technical improvements, even the headlights and the horn. One of the peculiarities of the second series is the rectangular instrument panel, already introduced on the sedan the year before, with a curious gauge of the fuel level. The level is measured by an electrical device, I.S.O.S., simply inserting the key into the panel and pushing the button to see the light areas that indicate how many fuel is in. This car is a one-off model built by the Swiss coachbuilder Graber, who was based in Wichtrach near Bern. Most likely this is one of the few Aprilias built for civil use during the WWII, because in Italy the production was concentrated exclusively on military vehicles (miltary torpedo based on the type 639 chassis) and was not allowed to register cars for private purposes.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Motore tipo 99: anteriore longitudinale a 4 cilindri a V (17°3'40) di 1486,5cc, monoalbero centrale con valvole in testa inclinate, azionate da bilanceri e puntalini, testata con flussi incrociati e coperchio in alluminio, potenza di 48HP a 4000 giri. Carburatore invertito monocorpo Zenith 32 VIML3 con pompa AC meccanica a membrana, lubrificazione forzata con pompa ad ingranaggi e filtro a lamelle autopulente, accensione a spinterogeno Marelli, dinamo Marelli, impianto elettrico a 6 Volt. Il motore era fissato su una balestrina ausiliaria per ogni lato onde smorzare le vibrazioni.
Trasmissione posteriore, frizione monodisco a secco maggiorata, cambio a 4 rapporti+ rm.
Sospensioni anteriori a ruote indipendenti con foderi telescopici a cannocchiale (brevetto Lancia), molle ad elica ed ammortizzatori idraulici. Sospensioni posteriori a ruote indipendenti con molla a balestra trasversale poggiante su due bracci mobili, due barre di torsione, ammortizzatori idraulici posteriori ad alta pressione tipo Houdaille con regolazione manuale.
Freni idraulici di tipo Lockheed agenti sulle quattro ruote con ganasce ad espansione. Freno a mano meccanico sulle ruote posteriori.
Ruote a razze in acciaio stampato Fergat tipo "Littoria" e pneumatici da 165X400.
Autotelaio portante in acciaio stampato, con passo di 285 cm e peso di 670 Kg circa.
Velocità max di 125 Km/h circa.
Rispondi

Torna a “Aprilia”