galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Fulvia
bialbero
Messaggi: 644
Iscritto il: 19 mag 2009, 21:31

galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Messaggio da leggere da bialbero »

salve a tutti.......sto facendo una piccola messa a punto dei Solex C35PHH23 montati sulla mia Coupè seconda serie.

Dispongo di due galleggianti nuovi che vorrei installare al posto dei vecchi che erano stati deformati malamente per regolare il livello vaschetta. Tuttavia, guardandoli bene ho notato che sulla plastica di uno è incisa la cifra 16, sull'altro la cifra 20.
Queste cifre hanno un significato? si tratta per caso del peso? se fosse così, vorrebbe dire che sono destinati a due carburatori diversi!

Sui CD di Huib ho inoltre notato che la Lancia forniva un attrezzino per verificare la taratura del galleggiante. In pratica è una piastrina con due o tre puntalini su cui devono appoggiare simultaneamente altrettanti punti notevoli della struttura del galleggiante per poter dire che il galleggiante non è deformato.
Qualcuno di voi dispone del disegno costruttiuvo di tale attrezzino?

grazie a tutti!!
bialbero
Messaggi: 644
Iscritto il: 19 mag 2009, 21:31

Re: galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Messaggio da leggere da bialbero »

Rilancio questa discussione che purtroppo non ebbe repliche.
Sono ancora interessato a quanto chiedevo.

Come aggiornamento posso dire che revisionai i carburatori installando una coppia di galleggianti nuovi acquistati da Athos Martina.
In assoluto l'auto (Coupè 1,3s seconda serie) va bene ed ha una carburazione stabile, anche perchè i pochi km percorsi dalla nascita assicurano un'usura minima se non inesistente dei Solex.

Tuttavia sin da subito ho notato che nelle accelerate molto brusche il motore ha un vero e proprio buco di alimentazione, per poi riprendersi. Il difetto non si evidenzia accelerando con gradualità.
Ho puntato i fari su alcune possibili cause e vorrei sapere cosa ne pensano gli amici del Forum:

1 - pompette di ripresa mal regolate (troppa benzina o troppo poca). In realtà ho installato le membrane nuove senza toccare la vecchia regolazione, cioè senza rimuovere dado e controdado, verificando solo che i getti spruzzassero bene. Qualcuno può suggeririmi un metodo empirico per il test delle portate? Oppure avete idea se siano ancora in vendita quelle particolari provette calibrate da avvitare al posto dei tappi dei getti di accelerazione?

2 - livello benzina in vaschetta: troppo basso? Come scrivevo sopra ho montato galleggianti nuovi verificati da Martina sul calibro Lancia e valvole a spillo nuove con relativa rondellina di rame. So che il livello in vaschetta deve essere 19 mm (immagino a galleggiante rimosso e rispetto alla "piazzola" rettangolare che c'è sul fondo della vaschetta lato motore) e lo misurai inventandomi un sistema che simulasse la pressione in mmHg prescritta (di fatto due tubi in gomma lunghi tot applicati all'imbocco del carburatore, in modo da ottenere una pressione piezometrica......), tuttavia mi chiedo se non ho sbagliato qualcosa. E' possibile misurare il livello vaschetta sfruttando la pressione della pompa benzina? Ho provveduto a lasciar girare al minimo qualche minuto il motore, quindi ho rimosso coperchi e galleggianti e misurati, ma in questo modo rilevo circa 32 mm dalla piazzola.

3 - impianto elettrico: le parti importanti sono tutte nuove (calotta, spazzola, puntine, condensatore, cavi, candele) tuttavia mi chiedo se alla combustione non potrebbe giovare una delle famose bobine Bosch rosse

Vi assicuro che mi sono letto già tutto quello che è salto fuori col "cerca", ma credo che sarebbe utile fare il punto anche per evidenziare evntuali nuove esperienze.

Grazie a tutti
MAIMONE
Messaggi: 2977
Iscritto il: 25 apr 2011, 16:34

Re: galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Messaggio da leggere da MAIMONE »

Sono Maimone, hai provato a lasciare i tuoi Solex una notte in aceto di vino in una bacinella.Prova e fammi sapere Ciao8-)
Andrea Nistri
Messaggi: 548
Iscritto il: 07 gen 2009, 14:46

Re: galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Messaggio da leggere da Andrea Nistri »

Non ho ne' l'attrezzo ne' i disegni per calibrare il galleggiante del carburatore. Tuttavia, mi chiedo se hai fatto le seguenti verifiche:

1. Getti del carburatore puliti e della misura corretta (spesso si trovano fantasiose sostituzioni).
2. Ottimale regolazione della fase accensione e corretta manutenzione (con grasso e buono stato delle molle) dei pesi per l'avanzamento centrifugo della fase accensione.
3. Spinterogeno in ottimo stato senza eccessivo gioco assiale (come da specifiche Lancia) e lubrificato con aggiunta di olio.

Spesso i carburatori vengono "accusati" di malfunzionamento che nasce in altra parte, specialmente nel sistema accensione motore. Ciao, Andrea
Andrea N.
bialbero
Messaggi: 644
Iscritto il: 19 mag 2009, 21:31

Re: galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Messaggio da leggere da bialbero »

Ciao, non ho citato quanto giustamente mi ricordi perchè pulii e controllai i getti al momento della revisione del carburatore. Darci una seconda occhiata tuttavia non farà di certo male.
In merito allo spinterogeno ti confesso che, pur sembrando in ordine, ho qualche perplessità. A suo tempo ho ripulito le masse reingrassandole e addirittura mi sono procurato un'altra coppia di molle che ho provato per comparazione (stesso comportamento); ho rioliato di recente l'albero dello spinterogeno, approfittando per controllare il gap delle puntine (0,48) . Spesso io mi regolo l'anticipo fisso "a orecchio" e con molte prove su strada, ma colto dai tuoi stessi dubbi ho provveduto a rifarlo col vecchio sistema della lampadina basandomi sui riferimenti volano (la mia regolazione empirica non era particolarmente distante dai canonici 8 gradi), controllando dinamicamente il risultato con la stroboscopica. Bene, sugli spinterogeni Bosch (Alfa per intenderci) solitamente sotto il lampo della strobo vedo il riferimento mobile perfettamente statico, mentre su quello si nota un minimo di oscillazione attorno al riferimento fisso, come se l'anticipo fisso non fosse stabile; mi sembra un po' anomalo anche il comportamento in accelerata, nel senso che l'anticipo (cioè la posizione del riferimento mobile rispetto al fisso) non varia con una grande gradualità come mi aspetterei.
Tutto ciò mi lascia perplesso perchè l'auto ha davvero pochi km e lo spinterogeno apparentemente non denuncia giochi. Mi viene il dubbio che questo marelli non sia un mostro di precisione, nemmeno se nuovo, tanto che ultimamente ero incuriosito dallo spinterogeno elettronico della 123 pubblicizzato da Huib
Andrea Nistri
Messaggi: 548
Iscritto il: 07 gen 2009, 14:46

Re: galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Messaggio da leggere da Andrea Nistri »

Cerchero' di riassumere le mie opinioni dopo le tue ulteriori informazioni.

1) 0.48 di apertura delle puntine e' davvero troppo. Usa 0.42 o 0.40 e controlla (con il misuratore di dwell angle) il valore di dwell che dovrebbe essere 57+/- 3 gradi. Naturalmente cambiando l'apertura delle puntine cambia la fase accensione.

2) In un motore ben funzionante il segno sul volano per la fase non oscilla per nulla al minimo di 800 giri. Se lo fa, ci sono solo due cause: o e' troppo allentata la catena di distribuzione oppure c'e' gioco nello spinterogeno. Nel primo caso puoi solo sostituirla. Nel secondo caso controlla il gioco assiale dello spinterogeno. In ogni caso, pochi km non sono purtroppo una garanzia di perfezione meccanica (anzi...). Spero che la fase della distribuzione (ovviamente ben diversa dalla fase accensione) sia corretta altrimenti la Fulvia non andra' mai bene.

3) Lo spinterogeno di Huib e' molto buono e molto ben fatto (ho provato la sua Fulvia ed altre con lo stesso sistema), ma costoso e se il sistema smette di funzionare ti lascia a piedi tanto che lui porta dietro per viaggi molto lunghi uno spinterogeno normale come ricambio.

Se hai una pistola stroboscopica professionale ti dara' anche il valore di anticipo dell'accensione con l'aumento dei giri motore e lo puoi confrontare con le curve fornite dalla Lancia nel manuale.

Ciao, Andrea
Andrea N.
bialbero
Messaggi: 644
Iscritto il: 19 mag 2009, 21:31

Re: galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Messaggio da leggere da bialbero »

Ciao e grazie per i suggerimenti, posso dire quanto segue:
1 - apertura puntine: 0,48 in realtà è la distanza che ho dato io nell'ultimo controllo per verificare se variasse qualcosa rispetto a come erano (intorno a 0,40); il mio ragionamento è stato di testare i due estremi della tolleranza concessa (se non ricordo male il nominale è 0,45 +/-0,03?)
2 - gioco assiale spinterogeno: non mi pareva ne avesse, ma è anche vero che non ricordavo la prescrizione di un valore nel manuale. Provvedo a ricontrollare
3 - catena distribuzione: il motore ha davvero pochi km, escluderei una sua usura (potrebbe essere difettoso il tendicatena che è idraulico?)
4 - fase distribuzione: effettivamente non posso escludere esperimenti "d'annata" da parte del precedente proprietario (che è anche colui che la acquistò nuova); provvedo a controllare seguendo le istruzioni del manuale d'officina

Rimando tutto a metà maggio perchè la prossima settimana sarò all'estero...........nell'attesa grazie ancora!
Andrea Nistri
Messaggi: 548
Iscritto il: 07 gen 2009, 14:46

Re: galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Messaggio da leggere da Andrea Nistri »

Rispondo al volo:

1. L'apertura delle puntine e' per forza "occhiometrica" e quindi, involontariamente, imprecisa. Meglio usare l'angolo dwell. Nella mia esperienza 0.42 e' il massimo che puoi avere se vuoi avere il dwell indicato.

2. E' assai difficile verificare il gioco assiale dello spinterogeno senza toglierlo dal motore. Un possibile indizio e' se la fase accensione con lampadina statica e' diversa per il cilindro 1 e il 4.

3. Le catene della distribuzione si possono allungare anche a bassi Km. Questo dipende dalla lubrificazione, dal tipo di guida e dalla marca della catena (qualita' variabile). Un'occhiatina veloce agli alberi a camme, alle maglie della catena e alle ruote dentate puo' dare utili informazioni su come (e quanto) sia stata usata la Fulvia indipendemente dal contachilometri. Il tendicatena a mio modesto parere si usura solo a chilometraggi assai elevati, diciamo ben oltre i 150mila. Come per i "poveri" carburatori, anche i tendicatena sono spesso biasimati per problemi non dovuti a loro stessi. Ovviamente se l'olio motore e' molto sporco, puo' avere in parte limitato il movimento della molla all'interno del tendicatena, pero' e' abbastanza raro. Controlla che qualcuno non abbia avuto la "bella" idea di bloccare il foro di sfiato del bullone superiore del tendicatena, e' un vecchio trucco per aumentare artificialmente la pressione dell'olio ma non giova al tendicatena stesso in cui l'olio non circola piu'.

Attendo notizie in maggio, intanto ciao, Andrea
Andrea N.
bialbero
Messaggi: 644
Iscritto il: 19 mag 2009, 21:31

Re: galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Messaggio da leggere da bialbero »

Ciao Andrea,
mi sto finalmente apprestando ad eseguire le verifiche che mi hai suggerito, ma ho già due domande per te:

- il gioco assiale dello spinterogeno è citato da qualche parte nei manuali originali Lancia? ho controllato stamane sui CD la scansione del manuale d'officina della S2 e la scansione del manuale dati sintetici, ma non trovo un riferimento a questa verifica

- un domanda probabilmente stupida: come fai a verificare la fase d'accensione per i cilindri diversi dal primo con il metodo statico della lampadina? per il primo cilindro si sfruttano i segni sul volano, ma per gli altri? va tenuto conto della posozione del contatto rotante del distributore?

grazie mille!!
mik
Messaggi: 231
Iscritto il: 16 mar 2011, 16:14

Re: galleggianti solex......e calibro per galleggianti

Messaggio da leggere da mik »

Ciao bialbero, peso, anzi molto probabimente hai bisogno di dare più anticipo e vedrai che il vuoto di cui parli;( che secondo me è carenza di benzina), non lo noterai più. Un saluto a tutti.
Rispondi

Torna a “Fulvia : meccanica e imp.elettrico”