Qualche spiegazione dall'ASI

Moderatore: Michele

Andybello
Messaggi: 9
Iscritto il: 12 ago 2009, 21:21

Re: Qualche spiegazione dall'ASI

Messaggio da Andybello » 26 set 2013, 17:31

Non ho partecipato a tutta la complessa discussione, ma se mi permettete vi racconto una storiella. Molti anni fa un consigliere onesto e diligente partecipava al consiglio di un ente nazionale che si occupa di tutela del patrimonio automobilistico e, essendo stato convocato per l' approvazione del bilancio, ritenne doveroso colmare le sue enciclopediche lacune in materia finanziaria. Prese il bilancio che gli era stato inviato e lo portò ad un'agenzia di revisione contabile, al fine di non sottoscrivere con il suo voto eventuali sviste o lacune. Lasciando perdere quello che la società rilevò, quando l' onesto omino si presentò in consiglio con la relazione dei periti successe il finimondo, lui ed i consiglieri amici furono invitati efficacemente a non rimanere oltre nella sala e (possibilmente) nell' ASI visto che, evidentemente, era venuto meno il rapporto di fiducia tra costoro e la Presidenza. A tutti quelli che hanno intenzione di scoprire come l' ASI spende i soldi, auguro sinceramente buon lavoro, anche perchè a me le storie sono sempre piaciute moltissimo. Con molta cordialità

LUIGI TRYLLI
Messaggi: 42
Iscritto il: 03 giu 2018, 09:03

Re: Qualche spiegazione dall'ASI

Messaggio da LUIGI TRYLLI » 05 giu 2018, 00:31

Capito,ma tutto questo non è correto!!Esistono ancora al mondo persone che la mattina quando si guardano allo specchio si stimano,non si dicono tra se e se,ma che cosa stai facendo.Ad un carissimo amico era stato negato il trapasso agevolato di una vettura che aveva intenzione di comprare,perchè l'auto non era iscritta ASI,questa persona,ha denunciato l'agenzia per omissione di atti di ufficio,e dopo 3 anni l'ha avuta vinta,ma non solo,l'agenzia è stata condannata a risarcimento delle spese processuali,nonchè del costo dell'auto che questa persona aveva intenzione di comprare,e che a causa del comportamento dell'agenzia,non aveva comprato.Ma vi sembra normale...Il governo è sicuramente a conoscenza di questa anomalia,ma non dice la sua,un'auto non è di interesse storico perché iscritta ASI,lo è per una legge della Repubblica,non perché il sig.r Loi ha messo la firma su un pezzo di carta che lascia il tempo che trova,bisogna dire come stanno i fatti,hanno trovato il modo di fare soldi,e li fanno!

SilvanoMaiolatesi
Messaggi: 740
Iscritto il: 12 set 2016, 00:01

Re: Qualche spiegazione dall'ASI

Messaggio da SilvanoMaiolatesi » 14 apr 2019, 15:15

Ieri è stato eletto il nuovo presidente ASI
https://ruoteclassiche.quattroruote.it/ ... e-dellasi/

PIER54
Messaggi: 361
Iscritto il: 05 giu 2018, 17:51

Re: Qualche spiegazione dall'ASI

Messaggio da PIER54 » 15 apr 2019, 02:34

Puntuale come sempre Silvano.
Non ci resta che augurare a questo signore buon lavoro, nella speranza che quest'ultimo sia svolto nell' interesse di quei poveri diavoli che spendono un sacco di soldi vicino a questi ferrivecchi.(non me ne vogliano i ferrivecchi)

SilvanoMaiolatesi
Messaggi: 740
Iscritto il: 12 set 2016, 00:01

Re: Qualche spiegazione dall'ASI

Messaggio da SilvanoMaiolatesi » 15 apr 2019, 15:06

Giustissimo Pier, vedremo come si comporterà il nuovo presidente e come intenderà risolvere le varie questioni ancora aperte. Dipenderà molto il modo in cui si saprà barcamenare con i politici: divisi tra chi considera l'auto d'epoca solo un ferrovecchio inquinante e/o ricchezza da colpire e chi invece la considera un patrimonio storico da tutelare e da agevolare nella conservazione e nella circolazione.
Un caro saluto.

SilvanoMaiolatesi
Messaggi: 740
Iscritto il: 12 set 2016, 00:01

Re: Qualche spiegazione dall'ASI

Messaggio da SilvanoMaiolatesi » 17 apr 2019, 00:21

Le prime dichiarazioni del nuovo presidente:
https://www.automobilismodepoca.it/albe ... roma-23269

Rispondi

Torna a “Burocrazia e dintorni”